Storia del Comune

Regio decreto di attribuzione della denominazione Sagliano MICCA  al nostro comune

Etimologia: deriva dal nome latino di persona salis, con l’aggiunta del suffisso - anus. La specifica si riferisce Pietro Micca che nacque in loco.

Il territorio di Sagliano fu abitato fin dall’antichità, come prova il ritrovamento nei pressi del paese di un’urna contenente monete bronzee dell’età imperiale nella frazione Casale.

E nel medioevo la zona era parte del marchesato di Andorno e Sagliano non ottenne la propria autonomia comunale che nel 1699. Il 1722 Vittorio Amedeo II separò Sagliano  dal feudo di Andorno affidandone la signoria al conte vercellese Benedetto Agostino Cusani.

Risultano già attive nei primi decenni del seicento una tintoria e alcuni laboratori specializzati nella lavorazione di mobili e serramenti che sfruttavano l’energia idraulica prodotta dalle acque del rio Morezza.

A partire dal 1850, Sagliano diventò uno dei maggiori centri italiani per la produzione dei capelli in feltro di pelo, con una lavorazione di alta qualità favorita, tra l’altro, dall’elevata  professionalità delle maestranze.

Nel 1929 il paese assieme il Comune di Tavigliano, Miagliano e San Giuseppe di Casto, viene inglobato nel comune di Andorno dal regio decreto numero 609 del 28 marzo 1929.

Il nuovo Comune di Andorno mutò invece la propria denominazione da Andorno Cacciorna ad Andorno Micca.

Sagliano riottenere la propria autonomia diventando comune autonomo il 21 marzo 1948.

Il 25 aprile 2009 Sagliano Micca ha siglato ufficialmente il gemellaggio con il Comune di Minervino Murge (BAT)

Data ultima modifica: 27 Dicembre 2020